Caricamento articoli . . .


Magazine

/

Aceto al Ginepro di Massimo Bottura


L’aceto al “Ginepro” di Massimo Bottura è ispirato al ricordo di quando sua nonna Ancella creava la propria miscela segreta di aceto balsamico come dono per amici e parenti.
Questo speciale condimento balsamico nasce da una selezione di botti dell’ Acetaia Casa Maria Luigia, infusa con legno di ginepro dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Nella ricetta, le note di legno affumicato, cioccolato, caffè e incenso creano un mix di aromi sorprendente, nel quale tradizione e presente si amalgamano.

Ad accompagnare il pregiatissimo aceto è il cucchiaino in gres della collezione Gesso. Il cucchiaino in gres infatti è particolarmente adatto all’assaggio dell’aceto per diverse ragioni:

  1. Inerzia termica: Il gres è un materiale che ha una buona inerzia termica, il che significa che mantiene la sua temperatura per un periodo più lungo rispetto ad altri materiali. Questa caratteristica è importante quando si assaggia l’aceto, poiché consente di percepire meglio tutte le sfumature di gusto a temperatura ambiente.
  2. Neutralità del gusto: Il gres è noto per la sua neutralità del gusto, il che significa che non influisce sul sapore degli alimenti con cui viene a contatto. Questo è fondamentale quando si assaggia l’aceto, in quanto permette di cogliere appieno il profilo aromatico e il gusto unico dell’aceto senza interferenze da parte del materiale del cucchiaino.
  3. Assenza di reazioni chimiche: A differenza di alcuni metalli che possono reagire con gli acidi presenti nell’aceto, il gres è chimicamente inerte. Ciò significa che non altera la composizione chimica dell’aceto durante l’assaggio, garantendo un’esperienza di degustazione più accurata.

Categoria: